CCSA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Benvenuti nel sito ufficiale del Centro
Dal 1975 a tutela della cultura e
del territorio amalfitano

News ed Eventi

Il Centro di Cultura e Storia Amalfitana
ricorda che è possibile destinare all’Associazione
sia il
due che il cinque per mille dell'IRPEF
senza alcun onere aggiuntivo e senza rinunciare alla scelta
dell’otto per mille
Come fare?
Per destinare il due ed il cinque per mille
al Centro di Cultura e Storia Amalfitana,
basta segnalare la scelta al commercialista o al CAF
al momento della compilazione della dichiarazione dei redditi
ed apporre la firma nelle apposite caselle indicando
il codice fiscale del Centro di Cultura e Storia Amalfitana
95001840651





Passeggi Segreti - Edizione 2016 - V appuntamento

Da Scala ad Atrani

Scala Centro, 18 giugno 2016, ore 9.30



Dalla piazza principale di Scala, che raggiungiamo con il bus Sita, ci incamminiamo lungo la strada rotabile provinciale per raggiungere Minuta, una delle frazioni del più antico comune della Costiera amalfitana.
Nelle immediate vicinanze una presenza preziosa: la chiesa dell’Annunziata o Santa Maria di Minuta, uno degli edifici romanici più interessanti dell’intera Costiera. Successivamente, lungo una scala in discesa, incrociamo l’ingresso di un’altra realtà di grandissimo pregio, la basilica di Sant’Eustachio. Risalente al XIII secolo la basilica era un tempo uno degli edifici religiosi più belli e importanti dell’intero territorio. Dalla piazzetta di Pontone, poco distante, anch’essa frazione di Scala e conosciuta per essere il punto di partenza più comodo per la Valle delle Ferriere, ammiriamo la rete dei terrazzamenti che ricopre le colline di fronte a noi. Ripreso il cammino superiamo, dopo una breve discesa, un bivio il cui sentiero di destra, via Monte, conduce, tra giardini e casolari, al cancello di accesso al Castrum Scalelle sul Monte Aureo mentre quello a sinistra, via Speruto che scegliamo, porta ad Atrani attraverso un viottolo costituito da una lunga scala e brevi tratti in falsopiano. Durante la discesa superiamo aree naturali occupate da macchia mediterranea e bosco misto, muri a secco e vecchi cancelli a tutela di limoneti e vigneti, molti dei quali, purtroppo, in stato di abbandono, fino a giungere al corso del Dragone il cui alveo valichiamo su un agile ponticello.
Costeggiando il bordo orientale della Valle del Dragone scendiamo, lungo via Fiume, fino ad un’altra tappa del nostro itinerario: la chiesetta di S. Michele Arcangelo. La piccola cappella, situata in una grotta naturale alla base del monte Maggiore o Aureo, è forse la chiesa più antica di Atrani, databile tra l’XI e XII secolo. Chiamata anche “ camposantino” perché utilizzata come cimitero fino al 1927, la minuscola chiesa esprime un suo silenzioso fascino fatto di spazi ridotti, di lapidi consumate dal tempo, di atmosfera raccolta.
Usciti dal territorio di Ravello (la linea di confine è posta proprio all’inizio della scalinata che conduce al chiesa di S. Lorenzo) entriamo in quello di Atrani per raggiungere, attraversando vicoli, strettoie e cortili saraceni il centro del comune più piccolo d’Italia.
Attraversando suggestivi vicoli nei quali il silenzio riporta ad antiche atmosfere, si perviene dopo una lunga scalinata alla chiesetta di S. Maria del Bando. La denominazione pare risalga alla tradizione che vuole che proprio da detta chiesa venissero “bandite” e cioè proclamate le condanne a morte. Citata dallo storico Matteo Camera come “antichissima e tuttavia esistente” (il testo è del 1881) la piccola struttura religiosa, edificata nel secolo XII, sorge su uno sperone roccioso circondato da una rigogliosa vegetazione sotto la torre dello Ziro e offre uno stupendo panorama del centro urbano di Atrani, con il mare sullo sfondo La chiesa, costituita da un unico ambiente rettangolare coperto da una volta a botte, riceve luce da due finestroni di epoca barocca. Sopra l’altare si può leggere un’iscrizione che ricorda un miracolo della Vergine che avrebbe concesso la grazia ad un condannato. A poca distanza scorgiamo parte di una delle opere idrauliche più imponenti del nostro territorio, la condotta idrica, cioè, che attraversa tutto il Monte Aureo da Pontone ad Amalfi, realizzata dal Monastero di S.Maria delle Monache di Atrani.
Nelle immediate vicinanze della chiesa si trova un’ampia grotta, detta di Masaniello, nella quale la voce popolare tramanda abbiano trovato rifugio i congiunti del pescatore rivoluzionario, la cui famiglia materna avrebbe abitato una sottostante abitazione oggi abbandonata, immortalata spesso per questo motivo dai viaggiatori stranieri del secolo scorso.
Ci aspetta adesso una lunga discesa che ci permette di raggiungere la parte più antica del centro urbano dove la complicata rete dei vicoli, spesso coperti da suggestive volte a sesto acuto si trasforma in un vero e proprio labirinto che può trarre in inganno anche qualche abitante del luogo.
Di fronte all’incantevole panorama del Golfo di Salerno si conclude la nostra passeggiata.
Nel pomeriggio di sabato 18, alle 15.30, presso la Biblioteca Comunale di Amalfi, il Centro di Cultura e Storia Amalfitana e la Sezione C.A.I. di Cava de’ Tirreni, nell’ambito del programma collegato al III Incontro Mondiale sui Paesaggi Terrazzati (Padova-Venezia, 6-15 ottobre 2016), di cui, com’è noto la Costiera Amalfitana costituisce una delle sedi decentrate, organizzano un incontro-dibattito sul tema

VERSO IL III INCONTRO MONDIALE
SUI PAESAGGI TERRAZZATI
IL RUOLO DELLA COSTIERA AMALFITANA


Programma
Saluti del Presidente del Centro di Cultura e Storia Amalfitana

Introduzione a cura di Ferdinando DELLA ROCCA, Responsabile C.A.I. per l’area Costiera Amalfitana

Interventi:
Pasqualina CIOFFI, Cambi di uso del suolo nelle aree terrazzate-metodologie e tecniche di indagine
Antonia GRAVAGNUOLO, Il valore del paesaggio culturale terrazzato per il benessere delle comunità

Gioacchino DI MARTINO, La “grande muraglia”: il ‘miracolo’ dell’agricoltura amalfitana
Mauro VAROTTO, III incontro mondiale per i paesaggi terrazzati: filosofia ispiratrice e note organizzative



Info: Centro di Cultura e Storia Amalfi tana
Supportico S. Andrea, 3 - 84011 Amalfi (SA)

Tel. 089.871170 - Fax 089.873143
www.centrodiculturaestoriaamalfitana.it
info@centrodiculturaestoriaamalfitana.it
Pagina FB: Centro di Cultura e Storia Amalfitana

Attività 2015

SINTESI DELLE ATTIVITA’ SVOLTE NELL'ANNO 2015

21.03.2015 – Amalfi, Biblioteca Comunale - Conferenza del Prof. Michail Evsev’ev sul tema Sil’vestr Scedrin, l’artista entusiasta della Costiera Amalfitana in margine alla Presentazione del volume Lettere e rapporti dall’Italia di S.F. Scedrin (1818-1839)
10.04.2015 – Amalfi, Biblioteca Comunale – Presentazione del volume di Giuseppe Fiengo e Antonietta Manco, Ruderi medievali della Costiera Amalfitana. Diffusione e caratterizzazione del paesaggio
15.05.2015 – Lettere, Aula Consiliare del Municipio – Presentazione del volume di Pasquale Marciano e Angelandrea Casale, Il Sedile dei Nobili della città di Lettere
20.05.2015 – Amalfi, Biblioteca Comunale – Incontro-Dibattito sul tema Cultura e storia nell’accoglienza turistica ad Amalfi
22.05.2015 – Lettere, Castello Medievale – Cerimonia di premiazione degli alunni partecipanti al XVIII Concorso a borse di studio sulla storia e cultura della Costa d’Amalfi  sul tema Le frontiere di Amalfi – anno scolastico 2014-2015.
03.06.2015 – Amalfi, Arsenale della Repubblica – Tavola rotonda sul tema Francescani e Domenicani in Costa d’Amalfi. I ragazzi raccontano…
29-27.06.2015 – Amalfi-Napoli – Convegno di studi sul tema La Gastronomia amalfitana. Le produzioni e i consumi alimentari nella Campania del Novecento
23-24.07.2015 – Amalfi, Biblioteca Comunale – Workshop d’interscambio culturale italo-cinese sul tema Paesaggio e Architettura della Costa d’Amalfi nel secolo XXI
14-18.08.2015 - Amalfi – Vietri sul Mare, - Ricerca storica-urbanistica e architettonica, campagna di rilevazione e documentazione sul campo per studio e pubblicazione a Vietri Sul Mare e presso le sue frazioni (Raito, Albori, Benincasa, Dragonea, Marina, Molina e Raito) in cooperazione con il Dipartimento di Ingegneria e Design dell’Università Hosei di Tokyo, l’Associazione Gruppo Habitat ed il Comune di Vietri Sul Mare.
31.08-01.09-2015 – Amalfi, Arsenale della Repubblica – Convegno di studi Tra Amalfi e Bisanzio: tradizioni e suoni delle terre di mare nell’ambito della XV edizione del Capodanno Bizantino
15-21.10.2015 – Meeting culturale interdisciplinare italo-russo sul tema Tra arte e spritualità. Odeporica, pittura e studi storico-filosofici comparati.
  - 15 ottobre, Inaugurazione mostra e presentazione volumi
  - 16 ottobre, Escursione alla Badia di Cava
   - 17 ottobre, Escursione a Ravello – ore 16, Seminario su Il Cattolicesimo                                                  
            Romano nella Storia della Filosofia e nella Cultura Russa

   - 18 ottobre, escursione a Capri
   - 19 ottobre, escursione ad Ercolano
  - 20 ottobre Tavola rotonda sul tema Una cappella per la Riconciliazione tra            due chiese
16.10.2015 – Praiano - Sala del Museo Parrocchiale di S. Luca -  Progetto di Coordinamento Territoriale per la promozione culturale e identitaria della Costa Amalfitana. Presentazione dell’Osservatorio permanente L.A.I.S.O. Landscapes and Architectures International Scientific Observatory del Centro di Cultura e Storia Amalfitana.
20.11.2015 – Amalfi, Biblioteca Comunale - Seminario di Studi sul tema Le fonti documentarie degli ultimi tempi del Ducato di Amalfi. Secoli XVI e XVII
10-12.12.2015 - Seminario di studi sul tema  Valori e risorse del territorio amalfitano nel XXI secolo tra degrado e recupero. Paesaggio, agricoltura, biodiversità e turismo strategie gestionali sostenibili e integrate. Istituzioni e operatori a confronto



PUBBLICAZIONI EDITE NEL 2015

Aleksej KARA-MURZA - Michail TALALAY - Olga ZUKOVA, I Russi ad Amalfi. Suggestioni mediterranee e storie di vita. Amalfi 2015, pp. 240, ill.
Rassegna n. 45-46 n.s. Amalfi 2015, pp. 294, ill.
Gli avori medievali di Amalfi e Salerno
a cura di Francesca DELL'ACQUA, Almerinda CUPOLO e Pietro PIRRONE. Amalfi 2015, pp. 240, ill.  


 CATALOGO ULTIME NOVITA'

Giacinto TORTOLANI, La ceramica a Vietri e nel Salernitano dal VI al XIX secolo. Amalfi 2016, pp. 494, ill.

60,00 € Aggiungi

Francesca DELL'ACQUA - Almerinda CUPOLO - Pietro PIRRONE, Gli avori medievali di Amalfi e Salerno. Amalfi 2016, pp. 239, ill.

Francesca DELL'ACQUA - Almerinda CUPOLO - Pietro PIRRONE, Gli avori medievali di Amalfi e Salerno. Amalfi 2016, pp. 239, ill.

18,00 € Aggiungi

Rassegna del Centro di Cultura e Storia Amalfitana n. 47-48 n.s.Amalfi 2016, pp. 314, ill

Rassegna del Centro di Cultura e Storia Amalfitana n. 47-48 n.s., Amalfi 2016, pp. 314, ill.

25,82 € Aggiungi

Aleksej KARA-MURZA - Michail TALALAY - Olga ZUKOVA, I Russi ad Amalfi. Suggestioni mediterranee e storie di vita. Amalfi 2015, pp. 240, ill.

Aleksej KARA-MURZA - Michail TALALAY - Olga ZUKOVA, I Russi ad Amalfi. Suggestioni mediterranee e storie di vita. Amalfi 2015, pp. 240, ill.

18,00 € Aggiungi

Pasquale MARCIANO - Angelandrea CASALE, Il Sedile dei Nobili della Città di Lettere, Amalfi 2014, pp. 175, ill.

15,00 € Aggiungi
 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu